• TiRiordino Professional Organizer

Come arredare la camera dei figli

Aggiornamento: 6 set


Ciao e bentornato/a!



La cameretta è il posto dove i tuoi figli passano le giornate: dormono, giocano, studiano, crescono e si sentono protetti.



È il loro mondo, e quindi la regola principale è quella di coinvolgere anche loro nell’arredamento.


Ecco alcuni passaggi o consigli che ti aiuteranno a garantire design, funzionalità e divertimento.


La camera deve avere spazio per le sue attività: gioco e movimento, per cui fai in modo di non sovraccaricarla troppo di mobili.


Arredo trasformabile: il bambino cresce e se non vuoi cambiare arredamento ogni 4/5 anni devi essere lungimirante e optare per sistemi flessibili e soluzioni intelligenti che crescono con lui, oppure che ti diano la possibilità di riutilizzarle assolvendo altre funzioni.

Se la stanza è piccola o sono in due ad occuparla cerca di sfruttare tutto lo spazio a disposizione: armadi a ponte che occupano le pareri oppure sistemi angolari, letti a castello, estraibili o contenitori. Per la zona studio puoi scegliere strutture a soppalco o ripiani a ribalta.


Le pareti e i mobili devono essere di colore neutro e chiaro.

Il colori chiari contribuiscono a dare più luce alla stanza creando una sensazione di maggiore spazio. Per ravvivare l’ambiente neutro, basta decorare con qualche dettaglio: un tappeto morbido e colorato, un copriletto a fantasia, contenitori, libreria o mensole colorate. Man mano che i bambini crescono gli accessori possono essere sostituiti e visto che i gusti, soprattutto degli adolescenti, cambiano in fretta, ti conviene usare elementi decorativi che possono essere tolti senza difficoltà ed economici. Una soluzione che trovo geniale, per dare un tocco di colore, sono gli adesivi murali (clicca sulla foto)

Sono facili da posizionare, non lasciano tracce sui muri o mobili. Si possono staccare, conservare, riapplicare e non essendo eccessivamente costosi, ti danno la possibilità di personalizzare la stanza nel tempo, assecondando i loro gusti che cambiano durante le fasi di crescita.

Pensa anche alle luci, oltre al lampadario è necessaria una luce di lettura sulla scrivania e una vicino al letto. Se per i più piccoli vuoi dare un tocco magico, metti anche qualche luce colorata, magari una catena luminosa sopra il letto.


Tutto deve essere in sicurezza, soprattutto per i più piccoli. Le librerie e i mobili pesanti vanno fissati al muro, usa materiali anallergici, togli dalla camera tutti gli oggetti che possono risultare pericolosi, materiali taglienti e spigoli a vista. Il bambino deve muoversi in libertà e non deve esserci nulla che non possa usare in tutta sicurezza. Inoltre deve essere in grado di prendere e riporre le proprie cose da solo, quindi cassettoni e ceste devono essere di materiale leggero e tutto deve essere posizionato alla sua altezza.


Libero sfogo alla creatività: lavagne magnetiche e pannelli che fungono da bacheca sono complementi che aggiungono stile e funzionalità, è un angolo a loro dedicato dove possono appendere ciò che desiderano.



 


Una camera ad ogni età


Le cose che non devono mancare nella camera dei figli sono essenzialmente quattro: il letto, il guardaroba, un’area giochi e un’area studio.


Bebè - Fino all’età di circa due anni, la camera deve soddisfare principalmente le esigenze dei genitori. L’essenziale è un fasciatoio, una cassettiera e un lettino (non è necessario comperare una culla, ci sono dei sistemi che creano “una culla dentro il letto”). L’ideale è adottare sistemi flessibili e facili da modificare quando il bebè crescerà.




Fino a 6 anni - In questi primi anni di vita la cameretta deve essere confortevole per il riposo e il gioco. Quindi fondamentale è posizionare un tappetto sul quale i bambini potranno sedersi, contenitori per mettere i loro giochi o una cassapanca (munita di cuscini funge anche da seduta), una piccola libreria o mensole dove mettere i libri di fiabe e qualche pupazzo.


Dopo i 6 anni - Con l’inizio della scuola si rende necessaria una scrivania, il bambino ha bisogno di una zona intima e raccolta dove fare i compiti e studiare. Se non puoi posizionarla dove c’è luce naturale prevedi dei punti luce alternativi.

Man mano che crescono i giochi verranno lasciati da parte e sostituiti da materiale scolastico, tv, pc, hobbies e sarà quindi necessario ampliare la libreria e aggiungere mensole. I colori pastello cederanno il posto a colori più decisi e così via con il passare degli anni.




I figli grandi-gli adolescenti - Quella che solo qualche anno fa era una cameretta adesso è il suo appartamento. Si è trasformata, è diventata multifunzionale, è un luogo intimo, i ragazzi rivendicano i proprio spazi e la propria privacy. Oltre a studiare coltiveranno sempre più degli hobbies, inviteranno amici e a volte mangeranno anche lì dentro. A questo punto si potrebbe rendere necessario creare un angolo lettura con una poltroncina, oppure un divanetto per quando riceverà gli amici. Inoltre se ha il pollice verde, una pianta può essere ottima scelta decorativa (PS: non tutte le piante vanno bene per la camera da letto, prima informati).





PS: la scelta del letto e della sedia sono fondamentali, è il posto dove tuo figlio passa la maggior parte del tempo quindi bisogna avere un occhio di riguardo e in questo caso, volere risparmiare troppo non paga con il passare del tempo.




Se hai trovato interessante l’argomento ti invito a iscriverti al mio blog e ti aspetto anche sulla mia pagina instagram @tiriordino_po





A presto!

TiRiordino Professional Organizer


103 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti