• TiRiordino Professional Organizer

Come organizzare la libreria


Ciao e bentornato/a!


Una casa senza libri è come un giardino senza fiori. (Edmondo De Amicis)



La libreria, più di ogni altro arredo, ha un fascino particolare, esprime chi sei e rappresenta il tuo modo di vivere.

Inoltre, anche nell’era digitale degli e-book (che resta comunque un’ottima soluzione salvaspazio) per i bibliofili, il profumo della carta ha un potere seduttivo e nulla può sostituire l’emozione di avere un libro tra le mani.


Hai una libreria e vuoi dare nuova vita riorganizzandola ma non sai da dove iniziare?


Ecco alcune tecniche per averla ordinata, facilmente consultabile e che soddisfi il tuo criterio estetico.


1) Passa in rassegna i tuoi libri. Prima di organizzare la tua libreria fai un check e scarta ciò che non ti interessa. Per un lettore accanito questa può sembrare un’eresia, eppure a volte, ci può essere qualche libro di cui si può fare a meno: regali che non soddisfano i propri gusti, acquisti sbagliati, libri che non danno alcun valore alla collezione ecc. Puoi rivenderli o regalarli a librerie dell’usato o ad associazioni di beneficenza.

Questa operazione ti aiuterà inoltre a capire se ci sono libri di “secondaria importanza” come ad esempio vecchie enciclopedie, manuali, guide, atlanti o altro, da cui non vuoi separarti ma vorresti tenere lontano dalla libreria a vista. In questo caso potresti metterli in una scatola, forse in un secondo tempo deciderai se tenerli ancora o eliminarli.


2) Scegli un metodo. Ci sono due metodi per riporre in modo ordinato i volumi.

Qui di seguito ti propongo qualche idea, alcune ovvie altre più fantasiose, a te scegliere ciò che più si avvicina al tuo stile.



 

L’ordine classico, che favorisce la consultazione



  • Per genere, argomento. Questo è il sistema più classico e facile da consultare. Se vuoi aggiungere un tocco professionale in più, stile biblioteca, ordinali anche per alfabeto. Ti consiglio di farlo per autore non per titolo soprattutto se hai tanti libri. In ogni caso, se scegli questo secondo metodo, evita l’articolo.

  • Per autore. Adatto soprattutto a chi ha tanti libri dello stesso scrittore. Se decidi per questo ordine puoi studiare un sotto-metodo, ad esempio: in ordine alfabetico del titolo oppure in ordine cronologico di pubblicazione.

  • Per casa editrice e ordine alfabetico. Questa opzione te la propongo ma a mio parere rimane la più complessa. Molti scrittori sono pressoché fedeli all’editore ma non sempre è così. Con il tempo, se non crei uno schedario (es.: excel) corri il rischio di fare confusione.

  • Per area geografica. Il riferimento è alla provenienza geografica dell’autore, quindi letteratura italiana, russa, inglese, ecc. Anche in questo caso puoi creare un sotto-metodo, il più consigliato resta sempre l’ordine alfabetico dell’autore.

  • Per utilizzo. I libri che consulti spesso vanno messi ad una altezza a vista e facili da prendere. Quelli che utilizzi occasionalmente vanno sui piani inferiori. Infine quelli che non apri quasi mai vanno riposti sui piani superiori.


 

L’ordine estetico



È il più indicato se sei alla ricerca di una soluzione armonica con il resto dell’ambiente.


  • Per colore. Se vuoi creare una specie di quadro moderno disponi i libri per colore. Richiede sicuramente più tempo e tanta fantasia dei sistemi elencati sopra ma il risultato finale sarà certamente molto suggestivo.

  • Per altezza. Qui puoi scegliere: o il finto disordine (a caso, ma armonico), o tutti in ordine di uguale altezza oppure raggruppati per dimensione e forma. Oltre a sistemare i libri nella classica posizione verticale, opta anche per quella orizzontale a piramide.

  • Estetica. I libri più belli (con copertine particolari) puoi metterli nella parte della libreria più in vista, mentre gli altri camuffali in zone più in ombra, o nascosti da oggetti decorativi e, se la libreria lo permette poiché sufficientemente profonda, in seconda fila.

  • Artistica. Questa opzione è adatta se non hai una libreria abbastanza capiente e vuoi usufruire delle altre stanze della casa: in cucina, in camera da letto sui comodini oppure appendere delle mensole in varie zone (anche all’ingresso).


 

A volte il sistema organizzativo scelto rimane lo stesso per tutta la vita, altre volte si modifica con il tempo, soprattutto se il volume dei libri aumenta notevolmente.


 


TIPS

  • I libri in posizione obliqua si rovinano. Vanno sempre messi in orizzontale o verticale e ben compressi (usa dei fermalibri, affianca oggetti pesanti oppure altri libri in orizzontale).

  • I libri soffrono la polvere. Ogni tanto (almeno una volta l’anno) spolvera libreria e volumi.

  • Bilancia la libreria con oggetti. A livello estetico, inserisci elementi decorativi, cerca di rompere la monotonia e creare movimento. Puoi scegliere tra soprammobili di vario genere e grandezze, inserire piccoli quadri o fotografie.

  • Non riempire tutti gli spazi, lascia qualcosa libero per i nuovi acquisti.

  • Se non hai abbastanza spazio, introduci la doppia fila di libri.

  • Se acquisti molti libri dedica un piano o un angolo a questi volumi. Oppure, per non perdere il controllo della situazione, fai in una lista (anche dei nuovi libri che desideri acquistare) che man mano andrai ad aggiornare.

  • Per i dorsi di libri vecchi e rovinati si vendono coprilibri.

  • Se lo spazio è veramente poco e non hai posto per tutti i libri, valuta di acquistare un e-Reader. Se vuoi saperne di più ti consiglio di iscriverti alla newsletter e non perderti il prossimo articolo dedicato a “e-Reader”.

  • Il peggiori nemici dei libri sono la polvere e l'umidità. Scarica il PDF con i consigli utili per la loro pulizia.


Spero che troverai utili questi consigli e se vuoi rimanere sempre aggiornata in merito all'organizzazione e l'ordine ti suggerisco di seguirmi anche su instagram @tiriordino_po e di iscriverti.






A presto!

TiRiordino Professional Organizer

192 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti