• TiRiordino Professional Organizer

E-Reader cos'è e come funziona

Aggiornamento: 6 set

Ciao e bentornata/o!

Sono una grande divoratrice di libri e ho sempre amato averli tutti esposti come trofei sulla mia libreria. A questo si aggiunge anche il mio lavoro di Professional Organizer, la mia continua e costante formazione mi porta ad acquistare e leggere almeno due o tre libri al mese. Insomma con il passare degli anni e lo spazio che iniziava a scarseggiare, ho dovuto abbandonare la carta e convertirmi a qualcosa di più tecnologico ed ecologico come


e-Reader (o ereader)





All’inizio ero molto titubante ma con il tempo ho scoperto che i vantaggi sono numerosi

  • Posso portare sempre con me tutte le letture che voglio senza avere ingombri e pesi;

  • Ho ottimizzato lo spazio in casa;

  • Risparmio denaro poiché il formato elettronico ha un costo minore.

Certo ho dovuto rinunciare alle emozioni della carta, al profumo che emana e alla sensazione tattile ma solo in parte, continuo ad acquistare i libri degli autori che più amo.



E-book? E-reader?


C’è molta confusione per quanto riguarda la lettura digitale, quindi vorrei approfittare di questo articolo per fare chiarezza in merito alla differenza tra eBook e eReader, i termini sembrano sinonimi ma non lo sono.


E-BOOK è un libro a tutti gli effetti ma digitale. La differenza che lo contraddistingue da quello stampato è che lo si legge tramite un dispositivo.


E-READER è il dispositivo sul quale leggere gli e-book, ha la stessa funzione della carta stampata ma digitale (inchiostro elettronico e-link). Questo dispositivo si può collegare ad una rete wireless dove acquistare e scaricare tutti gli e-book e ha una memoria molto capiente (si possono scaricare migliaia di libri) e il suo peso si aggira attorno ai duecento grammi quindi comodissimo da portare in giro. I libri, una volta scaricati, saranno sempre disponibili sull’e-reader.

L’e-reader è creato appositamente per sostituire il libro quindi le attività possibili sono quelle di sottolineare, prendere appunti, cercare termini nel dizionario e nient’altro, da non confondere con un tablet le cui funzionalità sono diverse.


 

Di e-reader in commercio ce ne sono vari ma i più apprezzati e usati sono Kindler e Kobo. Sono abbastanza simili ma ci sono alcune caratteristiche e funzionalità che li differenziano. Vediamo brevemente quali sono, infatti prima di acquistarne uno è fondamentale capire quale è più adatto alle nostre esigenze e conoscere a quale sistema è compatibile.



ePub è il formato e-book più diffuso in assoluto, è molto flessibile e dinamico. EPub è supportato dalla maggior parte degli e-reader ad eccezione di Kindle ma per ovviare questo problema basta trasformarlo in PDF o in un altro formato compatibile.


AZW, sviluppato e di proprietà di Amazon quindi solo per Kindle.


PDF, è un altro formato di file molto diffuso ed è supportato dalla stragrande maggioranza di software di lettura compreso Kindle. Gli svantaggi del PDF sono una pagina fissa che non permette modifiche e la poca dinamicità. Questo formato viene usato principalmente quando ci sono tante tabelle e schemi.


 



KINDLE sono i dispositivi venduti da Amazon che permettono la lettura degli e-book acquistati dal Kindle Store e leggono il formato AZW. Con Kindle è possibile usufruire di una maggiore scelta rispetto ad altri dispositivi e inoltre offre la possibilità di scambiare gli e-book gratuitamente.

KOBO è il rivale di Kindle, nato nel 2020 da un’azienda canadese. Si possono scaricare i libri dallo store ufficiale o anche da Mondadori e Feltrinelli ed è in grado di leggere anche i file con protezione DRM (Digital Rights Management: sono i lucchetti digitali messi dalle case editrici per proteggere i diritti d’autore), cosa che non fa Kindle.



Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche si equivalgono tutte o comunque si compensano.

Entrambi hanno una porta USB e la connettività Wi-Fi anche se quella di Kindle è più completa.

Sono dotati di un display E-Ink cioè inchiostro digitale, in scala di grigi per non affaticare la vista e si vedono meglio alla luce del sole.

La maggior parte di questi dispositivi hanno un display da 6” adatto appunto per la lettura di libri.

Il sistema di retroilluminazione dello schermo garantisce la lettura anche al buio, e se scegli uno di fascia alta di prezzo, l’illuminazione si regola automaticamente. L’illuminazione di Kobo è eccellente ma quella di Kindle è leggermente migliore.

La luce blu (tipica dei dispositivi elettronici) che secondo alcuni studiosi hanno effetti negativi sul sonno è sostituita da una luce rossa (più calda) e meno fastidiosa.


Per concludere, è difficile dire quale sia il migliore, tecnicamente i due e-reader sono molto simili, e quindi dipende dagli ebook che vuoi scaricare. Per quanto riguarda me, la scelta è caduta su questo Koba Libra 2 (clicca qui).




Ti è stato utile l'articolo? Spero di si! Se non vuoi perderti altri suggerimenti iscriviti al mio blog. Ti aspetto inoltre sulla mia pagina instagram @tiriordino_po.





A presto!

TiRiordino Professional Organizer


116 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti